Utilizzando il presente sito acconsenti all'uso dei cookie e tecnologie simili, come descritto nella pagina relativa ai Cookies e per l'utilizzo dei dati che abbiamo raccolto e raccoglieremo durante la tua navigazione, come ulteriormente descritto nella pagina dedicata all'informativa sulla Privacy.

Corso di specializzazione post laurea in

MEDIATORE FAMILIARE



DESTINATARI
- Laureati e/o con diploma universitario in area: giuridica, psicologica, sociale, educativa.
- Eventuali altre Lauree e Titoli saranno vagliate in sede di preselezione.


SBOCCHI PROFESSIONALI
Il mediatore familiare svolge la propria attività professionale in:
  • enti pubblici
  • settore privato-sociale
  • libera professione

IL CORSO
Il diffondersi di comportamenti sempre più conflittuali in tutti gli ambiti sociali e l’affievolirsi del riferimento comune a norme e valori condi- visi, evidenziano con sempre maggiore urgenza il bisogno di nuove professionalità capaci di restituire continuità alle relazioni (in primis familiari) superando il conflitto, facendo ri-nascere nuovi legami per il benessere della comunità.

La mediazione familiare è un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio. In un contesto strutturato il mediatore, come terzo neutrale e con una formazione specifica, sollecitato dalle parti nella garanzia del segreto professionale e in autonomia dall’ambito giudiziario, si adopera affin- ché la coppia genitoriale trovi degli accordi di separazione soddisfa- centi per sé e per i figli.

La mediazione familiare, sia che la si intenda come competenza sia che la si intenda come professione, è espressione di una nuova gi- ustizia, di un nuovo diritto, di un nuovo codice, di una nuova cultura che si auspica diventi una nuova civiltà.


FINALITÀ
Il corso si propone di formare professionisti competenti, di lato livello professionale ed etico, certificati secondo gli standard A.I.Me.F., che sappiano essere mediatori familiari etico, certificati secondo gli standard A.I.Me.F., che sappiano essere mediatori familiari capaci di supportare e trasformare il conflitto nell’ambito familiare, in particolare nei casi capaci di supportare e trasformare il conflitto nell’ambito familiare, in particolare nei casi di separazione e divorzio, nell’interesse soprattutto dei diritti dei minori a continuare ad di separazione e divorzio, nell’interesse soprattutto dei diritti dei minori a continuare ad avere rapporti costruttivi e significativi con entrambi i genitori. avere rapporti costruttivi e significativi con entrambi i genitori.

Professionisti che sappiano gestire anche i conflitti tra le generazioni, e interventi di Professionisti che sappiano gestire anche i conflitti tra le generazioni, e interventi di mediazione culturale all’interno di nuclei familiari di diversa provenienza culturale. mediazione culturale all’interno di nuclei familiari di diversa provenienza culturale.


IL PERCORSO
Si caratterizza per l’alto livello qualitativo del Corpo Docente e del Comitato Scientifico.
Il programma e i metodi didattici sono basati sulle più recenti acquisizioni scientifiche nel campo delle tecniche della mediazione attraverso l’utilizzo di tecniche provenienti dalle neuroscienze come la Programmazione Neurolinguistica (PNL)e il Kairos Human Repatterning (KHR ).

Attività Collaterali
Durante il percorso i partecipanti potranno seguire moduli specialistici per l’acquisizione di ulteriori competenze in:
  • Conduttore di gruppi di parola per figli di genitori separati
  • Tecniche di Counseling Familiare
  • Tutore del minore
  • Mediazione interculturale

STRUTTURA FORMATIVA
Il Corso si sviluppa in un’annualità con una frequenza di un week end al mese (sabato e domenica full).
Il programma articolato in 4 aree disciplinari si realizza in moduli tematici.
Durata complessiva di 300 ore con fase di stage.
Previsto materiale didattico per ogni area disciplinare realizzato dallo stesso corpo docente.


METODOLOGIA
Il corso ha un’impronta pratico-esperienziale che alterna gli aspetti teorici con role playng, esercitazioni pratiche, simulazioni, analisi di casi di mediazione familiare, giochi di ruolo.
Le esercitazioni di gruppo facilitano l’acquisizione di abilità relazionali, sociali e di negoziazione. In questo modo si facilitano apprendimenti sia di contenuti disciplinari che comportamenti sociali di collaborazione e cooperazione
Principale valore aggiunto è l’applicazione del metodo PNL-KHR® nella formazione del professionista prima che dell’acquisizione di nuove competenze, che garantisce un percorso formativo del formando nella sua totalità.


REQUISITI DI ACCESSO
Possono accedere al corso:
  • i laureati in discipline giuridiche, psicologiche, educative, sociali
  • i laureandi possono accedere solo se il conseguimento della laurea e previsto prima della conclusione del corso.

ACCREDITAMENTI
Accreditato dall’A.I.Me.F. (Associazione Italiana Mediatori Familiari),
Riconosciuto dalla Provincia di Lecce/Regione Puglia come corso di specializzazione.


ATTESTAZIONE E DIPLOMA
Si rilascia Diploma di Mediatore Familiare e Certificato di valutazione

A completamento del corso e superamento dell’esame finale è possibile iscriversi all’albo dei Mediatori Familiari.

STAFF DIDATTICO
Direttore Generale e Direttore Scientifico ADSUM
Dott. Rudy RUSSO

Direttore del corso
Avv. Med. Familiare Antonio Anzilotti

Lo svolgimento del corso è coadiuvato dall’attività di un Coordinatore che svolge anche attività di Tutor/Facilitatore
Dott. Franca PASSASEO


Docenti
Avv. Med. Familiare Antonio Anzilotti (Area Mediazione, Area Economica)
Med. Familiare Tiziana Teodora Rizzo (Area Mediazione),
Counselor e Med. Familiare Rudy Russo (Area Mediazione e Comunicazione)
Esperto Comunicazione e Med. Familiare Franca Passaseo (Area Comunicazione)
Avv. Med. Familiare Simona Greco (Area Giuridica)
Psicologa Maria Podo (Area Socio-Psico-Pedagogica)
Dottore di Ricerca in Sociologia Maria Beatrice Leone (Area Socio-Psico-Pedagogica)
Sociologo Salvatore Patera (Area Socio-Psico-Pedagogica)
Ricercatore Area Socio Politica Salvatore Calasso (Area Socio-Psico-Pedagogica)
Ingegnere Giuseppe Calasso (Area Giuridica)


Scarica la brochure PDF